Non ci sono articoli nel tuo carrello
Cerca
Filters

Wonder Boy

Wonder Boy è un videogioco arcade di genere platform game realizzato dalla software house Escape (più tardi nota come Westone) e pubblicato da SEGA nel 1986. Uscì anche per diversi home computer e console a 8 bit. Ebbe diversi seguiti, dei quali il successivo fu Wonder Boy in Monster Land.
Non in vendita

Siamo nella preistoria. Tanya, la fidanzata del giovane cavernicolo Tom Tom (il "Wonder Boy" del titolo), viene rapita dal malvagio stregone Drancon. Armato solo del proprio coraggio e di un'ascia di selce, Tom Tom parte per affrontare le molteplici incarnazioni di Drancon e tentare di salvare la sua bella.

I livelli ("aree" secondo la denominazione del gioco) da affrontare sono dieci, ciascuno diviso in 4 round costituiti dalle stesse tipologie di territori che si ripetono continuamente: foresta, zona collinare, isole in mezzo all'oceano, caverne e caverne ghiacciate. Giocando si osserva che è possibile continuare (usare nuovi gettoni quando finiscono le vite) solo fino alla penultima area. Infatti, dal primo round dell'ultima area, il gioco non permette più di continuare indipendentemente dal numero di crediti a disposizione. Ciò fa sì che per arrivare alla fine il giocatore deve eseguire tutta l'ultima area con una sola partita.

Tom Tom deve giungere sano e salvo al termine di ogni round, per poi poter affrontare una delle incarnazioni di Drancon (che appare ogni volta con una differente testa di mostro o animale, la quale alla sua sconfitta cade e si trasforma in un oggetto magico) al termine del quarto round dell'area in modo da giungere all'area successiva.

Tutto ciò dev'essere eseguito senza indugiare. Nella parte superiore dello schermo, infatti, è visibile un indicatore che rappresenta la vitalità di Tom Tom, che decresce con il passare del tempo. Per recuperare vitalità è necessario mangiare i frutti e i cibi che appaiono sullo schermo: quando la vitalità scende a zero, il Wonder Boy perde una vita. Quindi non solo bisogna stare attenti a un'enorme varietà di trappole e ostacoli, ma anche tentare di terminare il round più velocemente possibile.

L'approccio al gioco è quindi di un tipo molto comune per gli arcade del periodo, ma oggi largamente abbandonato: in sintesi, per terminare il gioco è indispensabile memorizzare esattamente la disposizione di tutti i nemici e le trappole, la sequenza in cui i frutti appaiono e le azioni da eseguire per evitare i primi e raccogliere i secondi.

Siamo nella preistoria. Tanya, la fidanzata del giovane cavernicolo Tom Tom (il "Wonder Boy" del titolo), viene rapita dal malvagio stregone Drancon. Armato solo del proprio coraggio e di un'ascia di selce, Tom Tom parte per affrontare le molteplici incarnazioni di Drancon e tentare di salvare la sua bella.

I livelli ("aree" secondo la denominazione del gioco) da affrontare sono dieci, ciascuno diviso in 4 round costituiti dalle stesse tipologie di territori che si ripetono continuamente: foresta, zona collinare, isole in mezzo all'oceano, caverne e caverne ghiacciate. Giocando si osserva che è possibile continuare (usare nuovi gettoni quando finiscono le vite) solo fino alla penultima area. Infatti, dal primo round dell'ultima area, il gioco non permette più di continuare indipendentemente dal numero di crediti a disposizione. Ciò fa sì che per arrivare alla fine il giocatore deve eseguire tutta l'ultima area con una sola partita.

Tom Tom deve giungere sano e salvo al termine di ogni round, per poi poter affrontare una delle incarnazioni di Drancon (che appare ogni volta con una differente testa di mostro o animale, la quale alla sua sconfitta cade e si trasforma in un oggetto magico) al termine del quarto round dell'area in modo da giungere all'area successiva.

Tutto ciò dev'essere eseguito senza indugiare. Nella parte superiore dello schermo, infatti, è visibile un indicatore che rappresenta la vitalità di Tom Tom, che decresce con il passare del tempo. Per recuperare vitalità è necessario mangiare i frutti e i cibi che appaiono sullo schermo: quando la vitalità scende a zero, il Wonder Boy perde una vita. Quindi non solo bisogna stare attenti a un'enorme varietà di trappole e ostacoli, ma anche tentare di terminare il round più velocemente possibile.

L'approccio al gioco è quindi di un tipo molto comune per gli arcade del periodo, ma oggi largamente abbandonato: in sintesi, per terminare il gioco è indispensabile memorizzare esattamente la disposizione di tutti i nemici e le trappole, la sequenza in cui i frutti appaiono e le azioni da eseguire per evitare i primi e raccogliere i secondi.

Scrivi una recensione
  • Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni
  • Pessimo
  • Eccellente
Tag del prodotto
<